17 luglio 2017

da destra a sinistra senza confini e limiti

In queste ultime settimane , ma ancora prima della tornata elettorale si è assistito a sterzate e controsterzate da parte di tutti i partiti su qualsiasi argomento. Dal fascismo come reato, a lus Soli, sui migranti poi non ne parliamo. Si passa da un estremismo verbale dai temi cari alla destra fin a narrazioni di sapore fascista e razzista e controsterzate da massimalismo estremista di pseudo di sinistra. Da PD e dal M5S in particolare.
In realtà il "bacino d'utenza" si fa sempre più ristretto, e le elezioni amministrativo hanno confermato che l'acqua si restringe sempre più con l'avanzare inesorabile, lento ma non arginabile dell'astensionismo.
Porvi rimedio a questa calamità sarebbe per i partiti come suicidarsi, rinnegare la loro stessa esistenza,, il patrimonio genetico che si sono creati in questi anni.
E quindi devono giocare e navigare nella poca e sempre meno acqua che rimane a loro disposizione.
Quindi si va nel porto vicino a pescare, ma al contempo non devono far entrare gli altri nelle proprie acque . Di qui un colpo al cerchio e uno alla botte.
I temi politici sono molteplici,, Dall'europa al Fiscal Compact, alle ONG che sarebbero società criminali, allo Ius Soli come viatico e porta per l'entrate di nuovi profughi, alla denuncia che in realtà ci sarebbe un accordo europeo per portare i profughi in Italia.
Insomma un bel minestrone.
Quando il qualunquismo di nuova generazione ripeteva che ormai destra e sinistra ( intesa come geopolitica parlamentare) non esisteva più , diceva inconsapevolmente il vero!!! E loro ne erano la testimonianza e i precursori!!!